Gen
04
2017

Acqua

Acqua. Acqua pulita che sgorga, che disseta e che dà la vita. Acqua che culla col suo dolce rumore. In Val di Zoldo ci sono cascate e sorgenti bellissime che non vi sognereste mai di vedere. Sono quelle che vi fanno venire voglia di partire quando in città ci sono 30 gradi e l’afa che si taglia col coltello. D’inverno si ricoprono di ghiaccio e cristalli, di neve che è acqua lei stessa.

moiazza-goima-zoldo

Lo spisolot della Moiazza è visibile anche da valle, ma ci si può avvicinare al punto da passarci sotto. Una corda la attraversa da parte a parte bisogna abbassarsi e procedere su roccia scivolosa quindi legati, assicurati a essa. Oppure è possibile restare un po’ in disparte, guardandola sgorgare come se fosse impossibile dalla montagna, con qualche goccia fresca sul viso di tanto in tanto.

spisolot-goima-val-di-zoldo-moiazza

Dal Vernacolo della Val di Zoldo (Gamba – De Rocco) si fa riferimento all’etimologia del nome “Moiazza” parlando del suo significato, gocciolamento, deflusso lento e continuato. La Moiazza è infatti tutta segnata dall’acqua e dal passaggio che essa lascia.

roccia-moiazza

Il torrente omonimo che vi scorre sotto è di una limpidezza irreale, è un piccolo mondo ancora intatto e perfetto. Scorre nel suo letto nel bosco, tra ponti di legno e la vegetazione scendendo fino a Dont, non prima di aver dato luogo nel suo corso a un altro dei più magici luoghi della Val di Zoldo, difficile da trovare per chi non lo conosce, ma non per questo da tralasciare: le caudiere.

caudiere-val-di-zoldo

Calderoni colmi d’acqua che a sua volta scivola da una conca ad un’altra, limando e lisciando le rocce e riflettendo l’azzurro del cielo.

caudiere-val-di-zoldo-2

Goccia dopo goccia l’acqua crea, plasma una realtà che si è creata in epoche, interminabile e inesorabile, una bellezza che noi uomini non riusciremo mai a ripetere, un’opera d’arte di dimensioni universali ed eterne, perché anche se “non ci si bagna nello stesso fiume” scorrerà per sempre.

Ti è piaciuto? Scopri un altro elemento: il Fuoco.

TAGS: , , , , , ,

Ti è piaciuto questo post?
Iscriviti per ricevere tutti i nuovi post nella tua casella di posta.

2 commenti

Ci fa tanto piacere! La Val di Zoldo, scriveva Sebastiano Vassalli, è una “dimensione dello spirito”, un mondo fatto di ricordi, memorie ed emozioni!

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.