Nov
27
2014

Biathlon a Palafavera

Biathlon, biathlon… chi sei tu biathlon? Noi della redazione non nascondiamo un po’ di ignoranza a riguardo, a quanto pare tutti sappiamo di cosa si tratta, ma nessuno di noi ha per il momento fatto una prova.

palafavera_zoldo_proloco

(Sopra, Palafavera – il biathlon è la disciplina che abbina la pratica dello sci di fondo al tiro con carabina a due posizioni, terra e in piedi). 

Uno sport nascente per l’Italia, ma già ampiamente conosciuto nel centro Europa (Ucraina, Polonia, Russia, Germania e Austria, per esempio) e nella penisola scandinava. In Zoldo, la nuova piattaforma di Palafavera, è stata testata per la prima volta l’anno scorso dalla Nazionale Italiana… ma da noi ancora no!

(le impressioni della Nazionale Italiana di biathlon durante gli allenamenti per le Olimpiadi invernali di Sochi, occasione in cui vinse un bronzo nella staffetta mista – video di movieEB)

La curiosità è molta, e mentre aspettiamo insieme a voi la riapertura del Centro biathlon, ci siamo informati sulle novità per l’anno 2015. Dal 30 gennaio al 1 febbraio, la Val di Zoldo si preparerà a ospitare due gare dei Campionati Italiani Giovanili di Biathlon aria compressa (categorie Allievi e Ragazzi). La macchina organizzativa sarà gestita da Asd Sci di Fondo Zoldo e dal contributo di altri volontari. Saranno gli unici campionati nazionali organizzati in Veneto nella stagione 2014/2015 e presenzieranno circa 150 atleti provenienti da tutto l’arco alpino. “Organizzazione certamente impegnativa” ci racconta Matteo Cordella di Asd fondo “ma sicuramente formativa in quanto ci stiamo avvalendo della collaborazione di chi ha già avuto gare di questo livello presso le rispettive strutture e che sono Forni Avoltri e la Val di Fiemme. Sulla scorta di ciò e di quanto suggeritoci dai tecnici ed atleti della Nazionale durante il ritiro dell’inverno scorso, contiamo di poter organizzare una manifestazione all’altezza della fama di cui la Val di Zoldo ha sempre goduto”.

biathlon_image

Perché biathlon:
Nel biathlon il fattore concentrazione viene messo in primo piano. Uno sport soprattutto per la mente, non solo fisico, dovendo l’atleta portare particolare attenzione a maneggiare l’arma, a prendere la mira, a calcolare la penalità. Una disciplina con carattere e personalità, che rispecchia molto la tempra dei suoi principali appassionati, i popoli del Nord Europa. Siccome uno sportivo come ben sappiamo non smette di esserlo una volta terminati gli allenamenti o la gara, il biathlon è una palestra per i riflessi e la coordinazione anche nella vita di tutti i giorni. Un’ottima scuola quindi per i ragazzi, che possono iniziare la loro carriera o esperienza sportiva con bersagli a una distanza di 10 metri e il fucile ad aria compressa (piombini cal. 4,5), per poi passare dai 16 anni in poi al calibro 22 con bersagli a 50 metri.
E’ uno sport solidale, la competizione c’è ovviamente, ma prevale la disponibilità negli imprevisti, ad esempio se un’arma si inceppa, spesso le squadre sono pronte a prestarsela a vicenda.

pelmo_zoldo_proloco

(Sopra, paesaggio di Palafavera)

Perché Palafavera:
diremo una banalità: per lo splendido paesaggio che offre. Ma non soltanto per questo.
Quello di Palafavera è il primo e tutt’ora unico poligono di biathlon del Veneto, abbinato ad una pista di fondo che offre sia una componente tecnica elevata per l’agonista sia dei percorsi dolci per l’utilizzatore comune. La nuova piattaforma propone all’ingresso una struttura destinata ad accogliere tutti gli utilizzatori dell’impianto: spogliatoi con servizi adeguati, ufficio cassa e informazioni, scuola sci di fondo e biathlon. Appena approcciata la pista troviamo l’ampia area poligono con 30 linee di tiro. Le sagome bersaglio sono ad azionamento manuale e predisposte per l’integrazione elettromeccanica necessaria, ai sensi del regolamento IBU (International Biathlon Union), per ospitare manifestazioni a livello internazionale. Usciti dal campo di tiro un sovrappasso permette di rientrare nel tracciato originario della pista senza incrociare il percorso degli altri sciatori.
Come ci fanno capire i ragazzi di Asd fondo Zoldo, l’obbiettivo in futuro sarà fare sì che tutte la squadre del Veneto possano per i loro allenamenti usufruire del centro di Palafavera, in modo che possa divenire un punto di riferimento per chi pratica questo sport.

Spettatori o attori? Avete già preso la decisione? Noi intanto cercheremo di non fare i pigri e di raccontarvi presto le nostre prime impressioni… poi toccherà a voi, provando il biathlon in Val di Zoldo!

Grazie ad Arcangelo Panciera e Matteo Cordella di Asd sci di fondo Val di Zoldo per averci spiegato tecnica ed emozioni di questo sport.

Scopri l’Offerta dedicata ai Campionati Giovanili di Biathlon.

TAGS: , , , ,

Ti è piaciuto questo post?
Iscriviti per ricevere tutti i nuovi post nella tua casella di posta.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.