Ott
11
2017

Due passi d’autunno

Una luce bianca raffredda tutte le cose. E’ autunno e sulle Dolomiti le temperature vanno dal freddo pungente della sera, da giacca invernale, al bel tiepido del sole del mezzogiorno.

Mi vesto bene, a cipolla come si suol dire, esco e girovago per boschi, paesi e monti. Non me la sento di andare troppo lontano, è tardi, sono le undici e mezza e l’imbrunire arriva presto a questa stagione, mangia le giornate. Ad oggi viene buio dalle sette di sera.

sassolungo-cibiana

Quiete delle crode – Sassolungo di Cibiana

Incontro poche persone, alcuni muniti di cestino intenti a raccogliere gli ultimi funghetti, altri con i loro bastoncini da trekking e una bella espressione serena sul volto.

L’autunno ancor di più del solito, è un periodo di assoluta quiete, pace totale, si intraprendono passeggiate calme senza grandi ambizioni, il passo è lento ma ben allenato dall’estate appena trascorsa.

goima-chiesa-zoldo

Quiete dei paesi – Goima

Si aspetta la neve? Sì, ma senza grandi ansie. Non è ancora tempo di inverno, bisogna lasciare che i colori dei boschi si sfoghino per bene. Poi si passerà senza difficoltà al bianco.

pergola-fornesighe-zoldo

Fornesighe

Gli aceri cominciano a ingiallire dalla punta, come se della polvere d’oro fosse piovuta sulle loro foglie. I faggi spogliandosi, come una colata lavica ricoprono il sottobosco di un rosso acceso, quello degli artisti, oserei quasi dire un rosso Tiziano, visti i luoghi in cui ci troviamo.

foliage-zoldo-autunno

Quiete dei boschi – Val di Pecol

Nel bosco volano le ghiandaie, adesso iniziano a scendere agitati gli scoiattoli occupati a nascondere le provviste; è facile vedere cervi e caprioli aggirarsi nel folto.

baca-zoldo-panca

Mi siedo su una banca (panca) di legno e prendo un po’ di tempo per assaporare questo niente carico di tutto.

TAGS: , , , ,

Ti è piaciuto questo post?
Iscriviti per ricevere tutti i nuovi post nella tua casella di posta.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.